splitit magazine
Giovanni e Antonella: 30 anni di matrimonio e un regalo indimenticabile
di Marta Raimo il 10/11/2017
Giovanni e Antonella: 30 anni di matrimonio e un regalo indimenticabile

 

I protagonisti della storia che sto per raccontarvi si chiamano Giovanni e Antonella, ovvero, una coppia di sposi affiatati e innamorati ormai da 30 anni. In realtà, la storia vede protagonisti anche i loro tre figli che, oltre ad aver organizzato una festa speciale per l’anniversario dei genitori, grazie alla colletta online di Splitit hanno raccolto le quote necessarie a regalargli un’esperienza indimenticabile.

 

La storia di questa famiglia (e di questa colletta) ci ha colpito molto ecco perché abbiamo deciso di raccontarvela. Chissà che non serva da spunto anche a voi.

 

Ho avuto il piacere di sentire al telefono Giada, Riccardo e Marcello, i figli della coppia, e mi sono fatta raccontare la loro storia. I tre fratelli mi hanno spiegato che fin da bambini sono sempre andati parecchio d’accordo anche perché non c’è una grande differenza d’età. La loro è una famiglia semplice e molto unita che negli anni ha dovuto affrontare non poche difficoltà economiche, soprattutto quando i tre fratelli erano piccoli. 

 

A lavorare è sempre stato il papà, come operaio in una piccola ditta, la mamma si è arrangiata facendo la sarta in casa anche perché c’erano tre bambini da crescere. Per fortuna non gli è mai mancato nulla, ma di sacrifici ne sono stati fatti parecchi. Mi raccontano che i genitori si sono conosciuti da adolescenti e che il loro è stato un colpo di fulmine. Si sono sposati giovanissimi (Antonella aveva 20 e Giovanni 22), quando il loro primogenito Marcello era già nato e aveva quasi un anno. La loro è stata una cerimonia semplice, con pochi intimi ma comunque molto bella e piena d’amore. Giovanni e Antonella rinunciarono al viaggio di nozze, un po’ perché Marcello era ancora molto piccolo e un po’ perché il budget non glielo consentì. Si ripromisero di rimediare appena sarebbe stato possibile. Gli anni però sono passati, di figli ne sono nati altri due e il viaggio di nozze è rimasto un sogno nel cassetto. 

 


 

“Mamma e papà meritavano di andare in luna di miele anche se sono passati trent’anni, sappiamo bene quanti sacrifici abbiano fatto per noi e adesso che siamo grandi, fargli un regalo speciale era il minimo che potessimo fare per loro”, mi spiega Giada. Così è nata l’idea di aprire una raccolta fondi su Splitit per regalare a mamma Antonella e a papà Giovanni il viaggio di nozze che non avevano potuto fare da giovani. I tre ragazzi hanno aperto la colletta online e condiviso il link con amici e parenti affinché ognuno potesse donare il proprio contribuito, naturalmente la cifra più sostanziosa è stata versata da Marcello, Riccardo e Giada, ma grazie all’aiuto di tutte le persone (e ne sono tante) che vogliono bene a questa famiglia è stato possibile raccogliere abbastanza soldi da organizzare anche una bellissima festa a sorpresa. 

 

“I nostri genitori avevano pensato di rinnovare i voti e poi fare un brindisi con qualche parente più stretto. Come sempre non volevano che spendessimo più del necessario”, mi dice Marcello. “Noi figli però avevamo in mente qualcosa di diverso. Trent’anni di matrimonio si festeggiano una volta sola e loro si erano sacrificati fin troppo. Così abbiamo organizzato una festa in grande stile presso un bell’albergo della nostra città. Ci siamo affidati a un servizio di catering per il rinfresco e naturalmente abbiamo pensato anche all’intrattenimento musicale. A differenza dei pochi intimi a cui avevano pensato mamma e papà, ci siamo dati da fare mesi prima per invitare amici e parenti, anche quelli che adesso vivono in altre regioni a cui i nostri genitori sono molto legati, ma che non vedevano ormai da tempo. Subito dopo aver rinnovato i voti in chiesa mamma e papà credevano che andassimo tutti insieme a fare un piccolo brindisi, ma non è stato così. Quando siamo arrivati davanti all’hotel erano increduli, appena varcata la soglia della sala ad aspettarli c’erano tutti gli invitati pronti a fare festa. Mamma è scoppiata in lacrime e anche noi eravamo tutti commossi. È stato un momento indimenticabile.”

 


 

Le sorprese non erano certo finite, restava il tanto atteso viaggio di nozze. Il sogno di Antonella e Giovanni era fare una crociera tra i fiordi e così è stato. I figli hanno realizzato il loro desiderio. “Quando mamma e papà hanno aperto la busta con i biglietti per poco non svenivano”, mi dice Riccardo. “Finalmente, dopo trent’anni sono riusciti a partire per la luna di miele. Noi non potevamo essere più felici. La colletta online è stata un’idea fantastica, tra l’altro l’ho proposta io che sono il più informato in materia.”

 


 

Grazie alla raccolta quote online è possibile aprire liste regali per qualunque tipo di evento, ma anche realizzare il sogno di un amico, un parente o, come in questo caso, dei propri genitori. Non c’è regalo più bello che vedere qualcuno a cui vuoi bene sinceramente commosso. Provate subito a creare una colletta online, è semplicissimo!

 

Crea le tue collette online con Splitit, scopri come funziona
Autore
Metà napoletana e metà umbra, conosciuta anche come Martadixit e Origamate, vive a Milano da diversi anni dove lavora come Digital Copywriter e Social Media Manager. Nel tempo libero ama piegare origami, scattare foto e condividerle sui Social Network, ma anche guardare serie TV e risolvere cruciverba. Non chiedetele di cucinare o di prendersi cura di una pianta, in tutte e due i casi se la caverà miseramente
Ti garantiamo la sicurezza nei pagamenti grazie a:
Vincitori StartUPay
Seguici su: